Allergia dei bambini

Allergia dei bambini

Che cosa è l’allergia dei bambini? Come si cura?

L’allergia dei bambini è una reazione dell’organismo a determinati stimoli che provengono dall’esterno. L’organismo umano cerca di difendersi  reagendo contro tutto quello che non riconosce come proprio.

L’allergia dei bambini è in costante aumento, soprattutto nei più piccoli: in Italia, circa il 20% dei bambini ha problemi di allergia, mentre negli anni ‘90 ne soffriva solo il 7%. Le cause principali sono, gli stili e le condizioni di vita , l’inquinamento,  lo stress, il fumo e una cattiva alimentazione.

Le sostanze che possono causare l’allergia dei bambini sono numerose e sono chiamate allergeni. Le più importanti sono i pollini, la polvere, i peli degli animali alcuni alimenti ecc..

 Le allergie possono essere stagionali o continue.

 Le allergie possono essere anche delle malattie croniche che richiedono cure regolari e continue.

Generalmente le allergie causano delle infiammazioni nei polmoni, negli occhi, nella pelle e/o nel naso infatti, le più comuni malattie allergiche dei bambini sono: La rinite allergica,  la congiuntivite allergica, l’asma allergica, l’orticaria e le intolleranze alimentari.

L’allergia può comparire ad ogni età, anche nel primo anno di vita. Se mamma e papà non sono allergici, il rischio che un figlio sia allergico è pari al 10 – 15%.

Se uno dei genitori è allergico, il rischio sale al 30% mentre se entrambi i genitori soffrono di una malattia allergica, il rischio raggiunge il 60 – 80%.

Come si cura l’allergia dei bambini?

Innanzi tutto sono necessari  alcuni esami : le prove allergiche. Dopo aver avuto la certezza che il bambino soffre di qualche allergia il pediatra o l’allergologo prescriverà la cura più adatta ,che potrebbe essere un vaccino oppure degli antistaminici o altro. I genitori inoltre devono praticare una certa prevenzione che consiste nell’eliminare per esempio la polvere da casa, areare per bene la casa, non fumare davanti al bambino ecc..

Allergie agli animali

E’ noto che la forfora e i peli di alcuni animali possono provocare, in soggetti predisposti, manifestazioni di tipo allergico.

Le forme più frequenti sono: le crisi di asma bronchiale, il raffreddore allergico, la congiuntivite, e più raramente, manifestazioni cutanee.

I bambini sono particolarmente esposti all’insorgenza di questi fatti allergici a causa del loro comportamento verso gli animali domestici; Si fanno leccare le mani e la faccia, non fanno attenzione a feci e urine, non si lavano le mani dopo averli toccati ecc..

Naturalmente gli animali più coinvolti sono il cane e il gatto.

La forfore dei peli del cane, non è uguale per tutte le razze canine; questo spiega perché il bambino può essere allergico a una razza e non a un’altra.

Gli animali a pelo lungo sono più facilmente causa di allergia rispetto a quelli a pelo corto.

www.consiglitradonne.it

www.interpretazionedeisogni.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni anonime e rispettando la tua privacy, sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi