Cera Candelilla: cos’è, a cosa serve, proprietà

In questo articolo parlerò della cera Candelilla, spiegando cos’è, a cosa serve e le sue proprietà.

Cera Candelilla: cos’è

La cera Candelilla è una cera naturale che si ricava dall’Euphorbia cerifera, una pianta che cresce in Messico e nelle zone sud-orientali degli Stati Uniti. Questa sostanza si ricava dalle foglie e dagli steli con un complesso trattamento in acido solforico diluito.

1024px-cera_candelilla1

Cera Candelilla: a cosa serve, proprietà

La cera Candelilla ha un colore giallo-marroncino, un odore aromatico, è friabile e ha un punto di fusione intorno ai 70 gradi. E’, inoltre, idrosolubile, ma si può sciogliere in solventi organici come acetone, benzene e cloroformio. La sua caratteristica più apprezzata è la durezza. Infatti, viene spesso mescolata ad altre cere (come la cera d’api) per aumentarne la resistenza. In commercio, solitamente, si trova in scaglie o granuli. In cosmetica la Candelilla viene utilizzata per la produzione di balsami labbra e altri stick per conferire loro rigidità, resistenza all’acqua e brillantezza. Le aziende alimentari la usano come additivo alimentare di chewing gum e caramelle (E 902); questa cera trova impiego anche come ingrediente nelle vernici. E’ atossica e non provoca rischi per la salute.

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consiglio di leggere quello sulla Cera Carnauba (un’altra cera naturale) e quello sulla Cera Microcristallina (una cera sintetica).

Buon proseguimento di lettura!


About Mariana Leo

Appassionata di make up e sempre aggiornata sulle ultime innovazioni beauty. Esperta di ricette cosmetiche fai da te, ama "pasticciare" con gli ingredienti che trova nella dispensa. Non esce mai di casa senza trucco, nemmeno per buttare la spazzatura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *