Grassi idrogenati: tutto quello che bisogna sapere

Alzi la mano chi non ha mai letto tra gli ingredienti di un prodotto la dicitura ” Grassi idrogenati” e chi non si è mai chiesto che cosa siano. Io l’ho fatto molte volte e voglio condividere con voi quello che ho scoperto.

Dato che in molti prodotti che consumo leggo la dicitura ” Senza Grassi Idrogenati” mi sono chiesta se facciano male oppure no.

Cosa Sono I Grassi Idrogenati?

I Grassi Idrogenati non sono altro che oli la cui struttura naturale viene modificata attraverso l’impiego, come dice il nome, dell’idrogeno. Questo permette loro di diventare più solidi, facilmente spalmabili, con una conservazione più lunga e meno costosi.
In quali prodotti si trova?

Purtroppo, in molti. La presenza di Grassi Idrogenati è molto comune in quanto questo ingrediente rende le lavorazioni meno costose. La caratteristica principale è che gli oli vengono resi solidi e quindi impiegabili in diversi campi tra cui, in particolar modo, quello dolciario ( brioche, pasticcini, biscotti, fette biscottate eccetera).

I Grassi Idrogenati fanno male?

La questione è piuttosto discussa, sono molte le aziende che non si pongono il problema e continuano ad usarli. Ma che cosa dicono gli studi? Oltre che aumentare il rischio di malattie cardiovascolari e innalzamento del colesterolo occorre precisare che i grassi idrogenati sono anche difficili da digerire e appesantiscono moltissimo il metabolismo.

Un’ importante distinzione:

Attenzione, pero’, non tutti sono uguali: c’è una differenza tra i grassi totalmente idrogenati e quelli che lo sono in parte. Paradossalmente quelli che hanno subito la totale idrogenazione sono migliori dal punto di vista alimentare in quanto non vanno ad innalzare il colesterolo cattivo.

Purtroppo pero’ non vi è obbligo di specificare se il processo con idrogeno è stato compiuto totalmente o in parte. La dicitura ” grassi idrogenati” potrebbe anche voler dire ” parzialmente idrogenati” , nessuna certezza, quindi, su cosa stiamo mangiando.

E voi, come vi ponete di fronte a questo ingrediente? Io vi do appuntamento con il prossimo articolo e vi auguro buona permanenza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni anonime e rispettando la tua privacy, sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi