Idrolati: cosa sono, a cosa servono, proprietà

In questo articolo parlerò degli idrolati spiegando cosa sono, a cosa servono, le loro proprietà e i possibili utilizzi.

Idrolati: cosa sono, a cosa servono

Gli idrolati, detti anche acque aromatiche, sono prodotti ottenuti dalla distillazione in corrente di vapore delle piante. Come abbiamo visto in questo articolo, anche gli oli essenziali si ricavano in questo modo, ma, ovviamente, presentano delle differenze. Gli idrolati, infatti, sono un prodotto secondario delle essenze e, pertanto, molto più leggeri e delicati; tuttavia hanno il vantaggio di poter essere usati puri, senza aggiungere acqua. Inoltre, non hanno effetti collaterali (tranne in caso di allergia alla specifica pianta) e, solitamente, possono essere utilizzati anche in gravidanza e sui bambini.

idrolati

Idrolati: a cosa servono, utilizzi

Gli idrolati si possono usare come tonici viso o acque profumate (per rinfrescare e/o deodorare il corpo), oppure miscelati ad altri ingredienti per realizzare maschere di bellezza, impacchi, creme e balsami per corpo o capelli. Ogni acqua aromatica ha proprietà e benefici differenti, a seconda della pianta da cui deriva. Scopriamone alcune nel paragrafo successivo.

Idrolati: proprietà

Idrolato di rosa: ha proprietà tonificanti, lenitive, idratanti e antirughe. Grazie a queste caratteristiche, è adatto a tutti i tipi di pelle. Tra le acque aromatiche, è, sicuramente, una delle più adatte come tonico per completare la pulizia del viso quotidiana.

Idrolato di lavanda: astringente e purificante, questo idrolato è ottimo come tonico per pelli grasse, miste e impure.

Idrolato di menta: grazie alla sua virtù rinfrescante e di repellente per le zanzare, sicuramente è il migliore per l’estate. Inoltre, aiuta ad alleviare mal di testa e vampate della menopausa. Sicuramente, è più adatto al corpo, che al viso; tuttavia, si può usare anche per trattare pelli particolarmente impure.

Idrolato di camomilla: delicato e lenitivo, è indicato per mitigare i fastidi della cute sensibile e irritata. Inoltre, si può usare sul contorno occhi per alleviare rossori, occhiaie e gonfiori.

Idrolato di fiori d’arancio: grazie alle sue proprietà idratanti, lenitive, rigeneranti e rilassanti, è davvero molto versatile. E’ perfetto come tonico viso per ogni tipo di pelle, ma non solo. Si può usare per condizionare capelli secchi e sfibrati, e nell’acqua del bagno per distendere il sistema nervoso. Fantastico, ovviamente, anche come ingrediente di creme fai da te.

Idrolato di salvia: ha qualità purificanti, deodoranti e antibatteriche. E’ un buon rimedio contro la sudorazione eccessiva, in particolare quella dei piedi e per combattere i problemi legati a cute e capelli grassi.

Idrolato di amamelide (o hamamelis): astringente, lenitivo, purificante e decongestionante, è apprezzato per la cura di pelli grasse e acne. Inoltre, si può usare come dopobarba e doposole per calmare i fastidi dovuti a irritazioni e bruciori.

Ti consiglio di leggere anche l’articolo sullo shampoo solido e quello sulla cura dei gomiti.

Buon proseguimento di lettura!

About Mariana Leo

Appassionata di make up e sempre aggiornata sulle ultime innovazioni beauty. Esperta di ricette cosmetiche fai da te, ama "pasticciare" con gli ingredienti che trova nella dispensa. Non esce mai di casa senza trucco, nemmeno per buttare la spazzatura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *