Vaccinazioni ai bambini e agli adulti

Vaccinazioni ai bambini e agli adulti

Che cosa è una vaccinazione? A cosa serve?

Vaccinazioni ai bambini e agli adulti: generalmente lo scopo di una vaccinazione è quello di provocare una reazione dell’organismo verso determinate malattie infettive, inoculando virus, germi o sostanze tossiche da questi prodotte.

Ovviamente, per non provocare la malattia, i virus o i germi introdotti nell’organismo devono essere uccisi o molto attenuati e le sostanze tossiche devono essere inattivate.

I prodotti ottenuti costituiscono i vaccini

Vaccinazioni ai bambini e agli adulti

Ci sono dei vaccini composti da virus vivi, da virus uccisi e vaccini composti da sostanze tossiche provenienti da germi e rese inattive.

Introducendo il vaccino l’organismo reagisce senza ammalarsi in modo apparente, ma subendo una piccola malattia.

Per molte malattie non è ancora stato possibile produrre un vaccino totalmente innocuo, cioè che non produca nessuna reazione spiacevole.

Qualche vaccinazione può creare dei problemi, è quindi opportuno prendere in considerazione molti fattori valutandone i pregi e i difetti, oppure se conviene o meno praticare un tipo di vaccinazione. Questo discorso non vale per le vaccinazioni ai bambini obbligatorie.

Vaccinazioni ai bambini e agli adulti

La vaccinazione generalmente, ancora tutt’oggi  rappresenta un motivo di dubbio per molti genitori, accettando anche le vaccinazioni obbligatorie con molta perplessità.

Bisogna precisare che grazie alle vaccinazioni alcune malattie terribili tipo il vaiolo, la differite e la poliomielite in pratica sono sparite.

Le vaccinazioni determinano una reazione naturale dell’organismo alla malattia e non una malattia di tipo artificiale.

E’ opportuno, ovviamente per alcune vaccinazioni valutarne la reale utilità, questo compito deve essere del medico curante del bambino o dell’adulto,  è compito suo intervenire con spiegazioni convincenti e obbiettive.

Controindicazioni alle vaccinazioni

Non devono essere vaccinati i bambini o gli adulti se hanno malattie febbrili con diarrea o malattie infettive.

Bambini o adulti sottoposti a cure cortisoniche, anche dopo aver finito le somministrazioni di cortisone bisogna lasciar passare almeno una decina di giorni. Se le cure sono state superiori alle 3 /4 settimane bisogna lasciar passare almeno tre mesi prima di fare le vaccinazioni.

Dopo una malattia infettiva prima di praticare un vaccino deve passare almeno 20/ 30 giorni dopo la guarigione.

Le vaccinazioni obbligatorie generalmente non hanno delle  controindicazioni.

 Dopo una vaccinazione potrebbe rivelarsi una piccola reazione allergica o dolorosa alla parte dove è stato inoculato il vaccino, oppure una leggera malattia con febbre moderata o una piccola diarrea senza altre patologie importanti.

Non deve accadere che i bambini saltino le vaccinazioni per mesi o per anni va ricordato che non vaccinare il proprio bambino è un grave atto di irresponsabilità.

www.consiglitradonne.it

www.interpretazionedeisogni.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni anonime e rispettando la tua privacy, sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi